22 Agosto 2019

frutta secca

Frutta secca: cani e gatti possono mangiarla?

I cani possono mangiarla ma in piccola quantità e con alcune accortezze e limitazioni.

Semaforo giallo quindi per frutta secca come nocciole, arachidi, noci, anacardi cotti e tostati.

Deve essere data rigorosamente senza guscio o buccia, tritata, non salata o speziata, in numero di 2-3 elementi al massimo nelle 24 ore e non tutti i giorni ma solo occasionalmente.

Quali sono i rischi se si esagera?

I rischi sono dolori addominali con possibilità di pancreatite, ostruzione a vari livelli del tubo digerente e torsione di stomaco.

Mandorle, pinoli e pistacchi sono da evitare perché particolarmente ricchi di grassi, mentre sono assolutamente da non proporre le noci di macadamia perchè contengono una sostanza tossica.

Osservate attentamente il vostro cane in occasione delle prime assunzioni di frutta secca perché sono possibili allergie!

In conclusione la frutta secca è una golosità ma attenzione a quantità, tipo e come la proponiamo.

Quali altri frutti fanno bene in piccole quantità al tuo amico a quattro zampe?

Scopri la nostra rubrica

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Rating*