11 Agosto 2019

gatto

Il parvovirus felino: a cosa stare attenti

Il parvovirus felino è un virus estremamente contagioso, che causa la panleucopenia felina.

Questa è una malattia infettiva pericolosissima,che colpisce soprattutto i gattini tra le quattro e le dodici settimane di età e gli adulti non vaccinati.

La malattia indebolisce il sistema immunitario, danneggia l’apparato digerente e uccide i globuli bianchi portando, nei casi più gravi, anche alla morte.

Quali sono i sintomi?

I principali sintomi del parvovirus sono vomito, perdita di appetito, febbre, convulsioni, tremori, diarrea e letargia.

Il gatto può tuttavia inizialmente non manifestare questi sintomi;
per questo sono importanti le visite di controllo, anche quando il tuo amicosembra stare bene.

Il veterinario infatti può diagnosticare il parvovirus attraverso segni come l’ingrossamento dei linfonodi o uno strano gonfiore o dolore nell’area addominale.

In che altri modi prevenire?

Data la pericolosità della malattia è importantissimo vaccinare tra le prime 9 e 12 settimane di vita.

Un’importante forma di prevenzione è anche l’igiene, dato che la principale fonte di infezione è il contatto con le feci di gatti o altri animali infetti.

Infine, nella prevenzione non scordiamoci l’alimentazione, che deve essere di qualità ed equilibrata, per mantenere il tuo amico forte e in salute.

Scopri di più sull’alimentazione del gatto: consigli e regole da seguire

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Rating*