17 Agosto 2019

Blog thumbnail

Paura dei fuochi d’artificio o dei temporali: come aiutare il tuo cane a superarla?

La paura dei temporali o dei fuochi d’artificio è una problematica piuttosto diffusa tra i nostri amici a quattro zampe.

Il metodo più efficace per risolverla a lungo termine è attraverso tecniche di modifica del comportamento come la desensibilizzazione sistematica e il contro-condizionamento.

È importante iniziare con questo trattamento in un periodo dell’anno in cui è improbabile che si verifichino fuochi d’artificio o temporali, in modo da avere il totale controllo sulla situazione.

Come funziona il contro-condizionamento?

Questo tipo di allenamento consiste nell’esporre il tuo cane, mentre è rilassato, a livelli gradualmente più intensi di stimoli.

Bisogna anche cercare di associare una ricompensa ad ogni sessione di allenamento così che il tuo amico la consideri un’esperienza positiva.

Quindi come iniziare l’allenamento?

Inanzitutto devi insegnare al tuo amico a mettersi seduto o sdraiato a comando in un’area della propria casa.

Alcuni posti consigliati sono sopra un lettino o un tappeto, luoghi già di per sè comodi e adatti al relax.

Usare un tappetino portatile può essere conveniente visto che il tappetino può essere facilmente utilizzato anche in altre situazioni come ad esempio in macchina quando si viaggia.

Per insegnargli questi comportamenti puoi inizialmente utilizzare ricompense alimentari, ma in seguito le carezze sono il premio migliore.

Una volta che sei riuscito ad insegnare al tuo amico a stare tranquillo in un posto, puoi iniziare ad introdurre alcune distrazioni.

Come organizzo le distrazioni?

Quando riesci a sistemare e rilassare il tuo cane a comando puoi iniziare ad utilizzare semplici distrazioni come avvicinare un altro membro della famiglia o persino un altro animale domestico, se disponibile.

Se il tuo amico resiste a queste distrazioni, rispondendo in modo ottimale al tuo comando di stare tranquillo, puoi passare alla fase della desensibilizzazione

Cosa uso per la desensibilizzazione?

Per le paure dei fuochi d’artificio si può usare la registrazione audio e video del rumore di questi.

Sono disponibili CD commerciali che riproducono questi suoni per l’addestramento alla desensibilizzazione.

È importante iniziare con l’audio a un volume che non provochi alcun disagio; inizialmente dovrebbe essere appena udibile.

Questa stessa tecnica può essere utilizzata anche per le fobie dei temporali, utilizzando una registrazione video o audio di una tempesta reale.

Riprodurre questo suono purtroppo è più difficile poiché il rumore non è l’unico componente di un temporale.

Durante un temporale, ci sono anche cambiamenti nella pressione barometrica, il suono della pioggia sui finestrini, i cieli scuri, i lampi e i fulmini.

È difficile riprodurre questi eventi con video o audio, quindi per alcuni cani purtroppo alcune registrazioni potrebbero non funzionare.

In questi casi bisogna provarne diverse, finchè non si trova quella che provoca una risposta appropriata.

Una volta scelta la registrazione puoi iniziare l’allenamento mettendola a basso volume.

Se già il basso volume provoca una reazione, ignorala fino a quando il tuo amico si tranquillizza, dopodiché dagli una piccola ricompensa.

Poi prova con un volume un pò più basso; se anche questa provoca una risposta, la volta successiva abbassa ulteriormente il volume.

Durante tutto l’allenamento può anche essere utile usare un guinzaglio per mantenere il controllo e assicurarti che il cane si concentri solo su di te.

Per quanto tempo ripeto questa parte dell’allenamento?

È importante non esagerare. Ogni paio di botti fai un trattamento speciale, gioca o inizia un’attività particolarmente piacevole con il tuo amico.

È importante inoltre terminare sempre ogni sessione con una buona risposta, anche se ciò significa abbassare di nuovo il volume.

Quanto tempo deve passare tra una sessione e l’altra?

Questo dipende molto dal singolo cane. Può durare qualche ora o anche un intero giorno.

È importante non lasciare un intervallo troppo lungo tra le sessioni di allenamento, ma il cane deve essere calmo e stabile prima di iniziare un’altra sessione.

Come iniziare la sessione successiva?

Il livello di rumore nella nuova sessione deve inizialmente essere quello con cui si è terminata la precedente.

Durante la sessione bisogna poi leggermente aumentarlo, cercando però di tenerlo sempre abbastanza basso in modo da non provocare reazioni da parte del cane.

Se si producono reazioni, è necessario tornare indietro di diversi passaggi e iniziare con il rumore a un volume molto più basso.

Bisognerà ripetere le sessioni per un pò di tempo, aumentando leggermente il volume ogni volta.

Che aspettative avere per l’allenamento?

È importante non aspettarsi troppo, troppo presto. Devi accettare fin dall’inizio che il programma richiederà giorni se non settimane o addirittura mesi.

Tuttavia, alla fine, se hai svolto tutto con cura e pazienza, il tuo cane dovrebbe rimanere rilassato anche coi rumori di fuochi d’artificio e temporali a piena intensità.

Ricordati poi che anche una volta risolto il problema, è importante rafforzare la buona risposta del tuo amico su base occasionale, ricordandogli come reagire.

Ogni quanto bisogna fare questo rinforzo?

Inizialmente deve essere abbastanza frequente, specialmente prima dei temporali o dei giorni di festa.

Poi però, una volta che vedi che il cane è bello rilassato prima dei temporali e non mostra alcun segno di paura, puoi svolgerlo sempre più raramente.

E se l’addestramento non funziona?

Se non si fanno progressi, può essere utile consultare il tuo veterinario per ulteriori consigli o aiuti.

A volte infatti la sensibilità al suono può non essere un problema comportamentale, ma essere associata a problemi medici e psicologici più generali, che quindi richiedono un trattamento diverso.

Sospetti che il tuo amico sia in sovrappeso? Che conseguenze può avere l’obesità sulla sua salute?

Clicca qui per leggere il nostro articolo dedicato con un breve test pratico che puoi fare per capire se il tuo amico ha problemi di peso


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Rating*