14 Marzo 2019

cane sorridente

Perchè è importante prevenire il tartaro dentale?

Il tartaro dentale si forma facilmente sia nel cane che nel gatto. Come proprietario di un amico a quattro zampe è quindi molto importante cercare di prevenire il problema.

Bisogna evitare che si depositi placca sulla superficie dei denti e in particolare nella zona a rischio, quella vicino alla gengiva.

La placca infatti porta alla formazione del tartaro dentale che, una volta formato, può essere rimosso solo dal veterinario con la detartrasi.

Perchè è importante rimuovere il tartaro?

cane sorridenteIl tartaro dentale di per sé non rappresenta una patologia, ma crea un’ambiente adatto alla deposizione di nuova placca. Ciò porta ad un ulteriore sviluppo di germi che possono causare infiammazione e altre patologie molto dolorose per l’animale come la gengivite.

Inoltre, in presenza di tartaro dentale spesso si presenta un ulteriore problema: l’alitosi (cattivo odore quando il cane o il gatto respira). Il cattivo odore è dovuto alla presenza di un alto numero di batteri in bocca. Questi provocano la distruzione delle proteine della bocca, causando putrefazione e quindi il cattivo odore.

Se è presente l’alitosi, molto spesso vuol dire che ci troviamo ad uno stadio avanzato del problema ed è consigliabile portare il piccolo amico dal veterinario.

L’alitosi può essere dovuta anche a patologie non legate alla bocca, ma nella maggior parte dei casi, la causa di questa situazione spiacevole, dipende proprio dal tartaro.

Ma come si formano la placca e il tartaro?

Certamente, sapere cosa sono placca e tartaro dentale, ci permette di capire poi meglio, come gestire la prevenzione.

La placca è un biofilm (sottile strato) batterico, composto prevalentemente da batteri, ma anche da saliva e alimenti che si depositano per contatto.

Questi batteri poi si moltiplicano nutrendosi delle altre sostanze che aderiscono.

La deposizione di calcio sulla placca porta allo sviluppo del tartaro dentale. che si presenta duro e più difficile da rimuovere, rispetto alla placca.

Per questo è importante cercare di agire sulla placca che è morbida e può essere rimossa facilmente con una corretta igiene dentale.

Mentre lo sviluppo della placca è molto veloce perché le secrezioni della saliva sono costanti e la maturazione della placca è completa in circa quattro giorni.

Lo sviluppo del tartaro dentale, invece, per fortuna è più lento. Questo perchè il calcio, che permette il suo sviluppo, non deriva dall’alimentazione ma dalla saliva dove è presente solo in piccole quantità.

È difficile utilizzare lo spazzolino?

Secondo sia la nostra esperienza personale che il parere di diversi colleghi che si occupano di odontoiatria, il metodo migliore per favorire l’igiene orale è l’utilizzo costante dello spazzolino.

Gli spazzolini in commercio per i nostri piccoli amici sono di diversi tipi e dobbiamo provarli per capire qual’ è il più comodo per noi e per loro.

Uno dei problemi che i proprietari riferiscono quando decidono di usare lo spazzolino, è la difficoltà del nostro amico ad accettare le dita del proprietario in bocca.

Per questo motivo spesso il proprietario si scoraggia e lascia perdere. Tuttavia, sapendo che questa è la miglior tecnica per ridurre lo sviluppo della placca, io consiglio di non arrendersi.

Naturalmente, la soluzione più efficace è abituare il nostro amico all’utilizzo dello spazzolino fin da piccolo.se però si inizia quando l’animale è già grande, bisogna iniziare gradualmente.

Si piò provare a iniziare con un fazzoletto avvolto nel dito, da introdurre in bocca e strofinare sui denti.

Un’ulteriore aiuto può essere l’utilizzo di questa tecnica prima del pranzo, così il nostro animale associa questo piccolo sacrificio al piacere che avrà dopo con il pasto.

Che alternative ci sono allo spazzolino?

Ricordando che la miglior prevenzione è l’utilizzo dello spazzolino, le alternative sono l’utilizzo di mangime secco specifico e gli snack dentali.

Tuttavia, ricordiamo che entrambi, per svolgere il loro compito, hanno bisogno che il nostro amico li mastichi a lungo, cosa non molto frequente.

Ricordiamo inoltre che gli snack dentali, così come il mangime, presentano dei costituenti che possono aver influenza sull’organismo del nostro animale e quindi conviene sempre controllare le indicazioni presenti sull’etichetta.

Infatti, nei gatti e nei cani, soprattutto di piccola taglia, lo snack può diventare fonte di ulteriore energia. Attenzione quindi a non esagerare!

E le ossa vanno bene?

L’utilizzo delle ossa può essere molto rischioso, perché il non perfetto spezzettamento può comportare l’ostruzione dell’apparato digerente, la perforazione della mucosa intestinale o l’occlusione (il cane non riesce a defecare) intestinale.

Queste sono situazioni molto gravi, che devono essere risolte dal veterinario.

Tenendo conto di queste possibilità, credo che il consiglio migliore, sia evitare l’utilizzo delle ossa nell’alimentazione del nostro animale.

Oltre alla prevenzione dentale, un’altra forma di prevenzione molto importante è quella fatta attraverso gli esami delle urine.

Questi, soprattutto se fatti ogni anno insieme alla visita di controllo, ci permettono di prevenire molte pericolosissime malattie, riuscendo a trattare i problemi in anticipo.

Esame delle urine: cos’è e perchè è importante

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Rating*