16 Luglio 2019

cane possessivo

Aggressività possessiva nei cani: cos’è e come prevenirla

A volte capita che il nostro cane presenti dei comportamenti possessivi nei confronti degli oggetti più improbabili come fazzoletti, ciabatte o persino buste delle spazzatura.

Se poi proviamo a sottrargli questi oggetti il nostro amico risponde con comportamenti aggressivi; ringhiando e rifiutandosi di mollare la presa.

In questi casi si parla di aggressività possessiva che può degenerare in atteggiamenti violenti.

Ecco che quindi è importante evitare questi comportamenti spiacevoli con l’addestramento.

L’addestramento migliore è da cuccioli

cucciolo di cane

Il miglior approccio è addestrare il proprio amico a quattro zampe fin da cucciolo perchè, un pò come noi, mentre è giovane impara più velocemente ed è più recettivo agli stimoli. A questa età bisogna insegnarli che condividere il suo cibo o i suoi giochi non è sbagliato ma, anzi, è vantaggioso.

Un buon modo per insegnarli questo, è avvicinarsi a lui mentre mangia o gioca, dandogli del bocconcini prelibati così che capisca che non siamo una minaccia.

Quando lo abbiamo messo a suo agio, possiamo delicatamente sottrargli la ciotola o il gioco, per poi restituirglieli con tante coccole.

Questo esercizio non solo insegnerà al nostro cane che gli conviene condividere le sue cose, ma rafforzerà anche la sua fiducia nei nostri confronti.

E se il cane è già adulto?

cane lupo grande Se il vostro amico ormai ha imparato a ringhiare quando vi avvicinate a lui mentre mangia o gioca con il suo giocattolo preferito, la situazione è già più difficile. In questo caso è importante affrontare il problema con molta pazienza, insegnandoli piano piano a non percepirci come una minaccia.

Sgridare o picchiare il proprio amico non producono il risultato desiderato e, anzi, spesso rischiano solo di accentuare il problema. Una tecnica efficace consiste, invece, nel provare ad avvicinarsi alla ciotola con una manciata di crocchette prelibate. Bisogna lasciarle a poca distanza dalla ciotola, andando poi subito via, ignorandolo.

Dovremo ripetere questa procedura anche nei giorni successivi, diminuendo pian piano la distanza dalla ciotola, con l’obiettivo finale di arrivare mettere le crocchette nella ciotola stessa, mentre il nostro amico mangia.

Lo scopo di questo addestramento è fare in modo che il nostro amico non ci percepisca più come una minaccia; così da non aver paura di noi neanche quando non abbiamo cibo in mano.

Però…

A volte questi trucchetti non bastano. Nei casi di possessività più pronunciata, può essere necessario l’intervento di un professionista quale un educatore cinofilo.

È importante infatti non mettersi in pericolo sfidando la sorte, ma neanche ignorare la situazione e lasciare che peggiori.

Il tuo cane ha altre problematiche comportamentali? Alcune piuttosto diffuse sono lo stress e la perdita di feci o urine.

Cani e gatti vittime di stress? Come capirlo

Il mio gatto/cane urina fuori dalla cassetta: cosa posso fare?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Rating*