28 Dicembre 2019

Blog thumbnail

Blu racconta…

Sono Blu, un cane di razza Schapendoes di 9 anni. Da un pò di tempo il mio padrone notava che avevo difficoltà a salire le scale e ad alzarmi in piedi.

I primi giorni ha pensato ad un trauma momentaneo, ma visto che il problema persisteva, ha deciso di portarmi dal veterinario.

Il dottor Adriano mi ha visitato e ha notato una dolorabilità alla pressione sulle vertebre toraciche.

Ha quindi deciso di svolgere delle radiografie. Queste hanno evidenziato la presenza di osteofiti alle vertebre toraco-lombari, trattabili con degli antinfiammatori.

A sorpresa, però, le radiografie hanno anche evidenziato la presenza di calcoli urinari, che non avevano fino ad allora mostrato sintomi evidenti.

Il veterinario spiega…

La presenza di calcoli urinari in vescica non sempre presenta sintomi evidenti, soprattutto inizialmente.

A questo si somma la difficoltà di riconoscere i primi sintomi di questa patologia che sono cose poco evidenti come difficoltà/fastidio ad urinare o un colore leggermente diverso delle urine.

Nel nostro caso l’esame delle urine eseguito immediatamente ci ha permesso di scoprire il tipo di calcoli presenti e quindi di instaurare una terapia idonea a sciogliere questi calcoli.

La terapia instaurata consiste solo in un cambio di alimentazione e l’utilizzo di integratori che cambiano il ph delle urine.

E se non si fa niente?

Se i calcoli non si trovano in tempo e non vengono trattati, potrebbero andare ad ostruire l’uretra e quindi impedire alla vescica di svuotarsi.

Se questa problematica si verifica, diventa necessario un intervento chirurgico in urgenza per rimuovere l’ostruzione.

Quindi, il riscontro fortuito della presenza dei calcoli con le radiografie ci ha permesso di individuare il problema e trattarlo prima che peggiori.

Cosa dobbiamo fare per prevenire?

L’esame delle urine, esame poco invasivo, dovrebbe essere effettuato almeno una volta l’anno.

Ci permette di verificare l’eventuale presenza di anomalie, quali ad esempio la presenza di calcoli, di sangue, di cellule che ci inducono a pensare ad un’infezione o un eccesso di proteine che possono essere significative di un’insufficienza renale.

Esame quindi, che ci può fornire informazioni importanti su possibili situazioni patologiche del nostro animale.

Quando farlo?

Quando portate il vostro cane o gatto dal vostro veterinario concordate quali sono gli esami più importanti da eseguire per il vostro amico.

Una possibilità è eseguire l’esame in concomitanza della vaccinazione annua.

Tutto questo ridurrà considerevolmente la possibilità di un riscontro tardivo di una patologia, con la possibilità di utilizzare una terapia poco invasiva e ben tollerata dal nostro amico a quattro zampe.

Clicca qui per capire meglio in cosa consiste l’esame delle urine e perchè è importante

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Rating*