24 Dicembre 2019

Blog thumbnail

Daisy racconta…

Ciao, sono Daisy, una simpatica setter inglese di 5 anni.

Il mio padrone era molto preoccupato perché da alcuni giorni vomitavo frequentemente… cosi ha deciso di portarmi dal veterinario.

La dottoressa Monica, dopo una visita completa, mi ha consigliato di eseguire un esame del sangue.

L’esame del sangue è un esame non invasivo che in breve tempo ci permette di scoprire un’eventuale alterazione funzionale di alcuni organi, quali ad esempio il fegato, i reni, il pancreas.

La risposta degli esami ci ha permesso di intuire una diminuzione della funzionalità dei reni.

La dottoressa Monica ha poi eseguito degli esami delle urine che hanno confermato la sua ipotesi.

La dottoressa mi ha quindi prescritto una dieta specifica a base di integratori che mi permetterà di ridurre lo sviluppo di questa malattia.

Il veterinario spiega…

L’insufficienza renale è una riduzione della capacità dei reni di svolgere la loro funzione.

Questo comporta una diminuzione delle loro capacità di eliminare alcune sostanze tossiche prodotte dal nostro corpo come ad esempio l’urea.

Questo causa un aumento eccessivo di urea nel sangue che determina un’infiammazione delle mucose gastriche e intestinali, provocando il vomito.

Se non si interviene precocemente, ci può essere un repentino peggioramento della funzionalità renale.

Il cane/gatto inizierà ad avere poco appetito e frequenti episodi di vomito che provocheranno la perdita di peso.

Nel tempo, quindi, avrà meno massa magra e di conseguenza un aggravamento delle condizioni generali.

È importante, quindi, riuscire a prevenire questa fase, intervenendo prima che questi sintomi si sviluppino.

Se si aspetta fino all’ultimo infatti, quando il problema è ormai evidente, le probabilità di sopravvivenza diminuiscono drasticamente.

Il miglior metodo per prevenire è attraverso esami delle urine frequenti, che ci permettono di individuare il problema il prima possibile, potendolo quindi trattare con più efficacia.

Suggerimenti?

L’insufficienza renale è una patologia che cronicizza: non esiste una terapia che la blocca, ma è possibile rallentare il suo sviluppo se si interviene nelle sue prime fasi.

Se la diagnostichiamo in anticipo, per trattarla è sufficiente un piccolo cambiamento di dieta, generalmente facilmente accettato dal nostro piccolo amico.

La diagnosi precoce si fa con gli esami del sangue e delle urine. Buona norma è eseguire questi esami una volta l’anno soprattutto dopo i cinque anni di età dei nostri amici.

Consiglio di eseguirli in concomitanza alla vaccinazione. Questo ci permette un controllo annuo del nostro animale senza aumentare le visite in clinica.

Chiedete al vostro veterinario quando vi recate per la vaccinazione quali sono gli esami più adatti per il vostro animale in base alla sua età, razza e abitudini.

Come funziona l’esame delle urine? Perché è importante?

Clicca qui per leggere il nostro articolo dedicato

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Rating*