Come richiedo un appuntamento per la vaccinazione del mio animale tramite e-mail?

Se la vaccinazione del tuo cane/ gatto è scaduta manda un’e-mail ad info@animalcare.ud.it indicando:
1) giorno della settimana di preferenza
2) orario di preferenza
3) altre utili informazioni ad esempio il mio cane non ama incontrare altri cani, il mio cane
non si fa fare le iniezioni volentieri, altro..
Se avete delle curiosità o domande da fare o che fareste in visita inviatecele a questa e-mail (messaggio di posta elettronica) e se possibile noi vi forniremo già una risposta nella e-mail di conferma dell’appuntamento.

Come richiedo l’invio di una ricetta tramite e-mail?

Per le ricette inviate un’e-mail ad info@animalcare.ud.it con tutte le indicazioni necessarie per
l’adeguata compilazione:
1.) nome del proprietario inserito nella nostra anagrafica
2.) codice fiscale del proprietario
3.) indicare se presente numero di microchip
4.) nome dell’animale
5.) specie (cane gatto)
6.) peso dell’animale

per terapie croniche: 

 a) farmaco usato
b) dosaggio giornaliero (quante compresse prende e quante al giorno).

Il costo della prestazione è di 10 euro effettuabile tramite bonifico al conto corrente numero:
IT09V0200863680000101176232.

Per i prodotti alimentari e pet-shop inviare un’e-mail con tutte le informazioni utili ad info@animalcare.ud.it.
Sarà nostra premura rispondervi tramite e-mail. Nel caso non aveste riscontro entro due giorni vi chiediamo cortesemente di ricontattarci.

Cosa faccio quando compro un cucciolo nuovo? 

L'arrivo di un cucciolo è sempre un'esperienza piacevole, ma comporta anche degli obblighi, andiamo a prenderli in considerazione.

Quali sono i documenti che devono fornirmi, quando porto a casa un cucciolo di cane?

I documenti che ti devono dare quando prendi un cane sono:
• modello 1 o equivalenti
• modello 2 o equivalenti
• libretto del cane con i trattamenti fatti

Puoi spiegare meglio?

Nei cani prima dei due mesi di età e' obbligatorio per legge l'inserimento del microchip, obbligo a cui è tenuto chi fa la cucciolata (siano essi meticci o di razza); quindi dovrete controllare che il cane abbia il microchip (il documento che lo certifica si chiama modello 1).
All'atto della cessione il proprietario della cucciolata deve compilare assieme a voi, il modello 2, dove si attesta che lui vi ha ceduto/ regalato/ venduto il cane. Lui porterà copia del modello 2 nel suo comune all'ufficio dell'anagrafe canina che provvederà ad inviarlo al vostro comune.
Questa documentazione andrà portata alla prima visita dal veterinario, che controllerà la regolarità della documentazione.

Questo vale anche per cani che provengono da fuori regione?

Tutto questo vale per il Friuli Venezia Giulia, nelle altre regioni ci possono essere regole diverse (eccetto l'obbligo di inserimento del microchip prima dei due mesi di età che è obbligatorio in tutta Italia); è quindi preferibile documentarsi prima.

Ci sono altri accorgimenti importanti?

Il proprietario della cucciolata prima di consegnare il cane va dal suo veterinario per una visita.
Alla prima visita, generalmente, il veterinario esegue un'esame delle feci e una visita generale. Se i cuccioli hanno parassiti intestinali vengono sverminati e, qualche giorno dopo, viene eseguito il primo vaccino.
Abitualmente, assieme al cane vi verrà fornito un libretto con tutti i trattamenti eseguiti all'animale e una scheda cucciolo dove sono riportate eventuali anomalie

Quando portare il cucciolo dal vostro veterinario?

Dopo un paio di giorni di adattamento al nuovo ambiente il cucciolo viene portato dal veterinario.

Cosa devo portare dal veterinario?

E' importante portare le feci del cane raccolte recentemente per controllare che il soggetto non abbia parassiti intestinali.
Si consiglia di portare le feci qualche giorno prima della vaccinazione così che, se il cane, fosse infestato da parassiti intestinali possiamo trattarlo prima di eseguire la vaccinazione.
Nei cuccioli i vermi intestinali sono frequenti (infatti le fonti di contagio sono il latte della madre, le feci dei fratelli, e le pulci)

Se il trattamento per i parassiti intestinali o l'esame delle feci è già stato eseguito dall'allevatore ha senso ripeterlo?

Il trattamento fatto, elimina i parassiti presenti nell'intestino del cucciolo, ma non impedisce che il cucciolo si possa reinfestare.

Altro?

Naturalmente è importante anche il libretto fornito dall'allevatore dove risultano i trattamenti eseguiti sul cane da parte dell'allevatore e del suo veterinario; questo
permetterà al vostro veterinario di stabilire il piano vaccinale adatto al vostro cane.

Perchè è importante che il cane venga visitato dal vostro veterinario?
Il vostro veterinario visiterà il cane controllando lo stato di salute del vostro animale; inoltre controllerà, come abbiamo visto, che la documentazione sia corretta.
Risponderà a tutti i vostri dubbi e vi consiglierà per eventuali vaccinazioni ed esami da eseguire in futuro.

E per quanto riguarda le pulci, le zecche ecc.?

Ci sono degli altri articoli su questa pagina che parlano di questi argomenti.
Comunque, durante la prima visita, i veterinari saranno disponibili a rispondere a tutte le vostre domande.

Riassumendo quando vado dal veterinario la prima volta cosa porto?

Copia modello 1
Copia modello 2
Feci

Cosa devo fare se il mio cane è colpito dalle pulci?

Premetto che le pulci e le zecche sono fra le più frequenti ectoparassitosi che colpiscono i cani e i gatti

Come ci accorgiamo se il nostro cane è infestato da pulci?

Generalmente quando il nostro cane è colpito da una infestazione di pulci si gratta in modo insistente, si lecca e/o si morde.
Le pulci adulte sono di colore scuro, appiattite.
Si notano sulla cute del cane perché si muovono velocemente o saltano sulla stessa.
Piccoli puntini neri immobili presenti sulla cute del cane o nella sua cuccia sono le feci delle pulci

Cosa posso fare se il mio cane è colpito dalle pulci?

Per capire come possiamo curare il nostro cane o prevenire l'infestazione delle pulci, credo che sia importante chiarire il ciclo biologico di questi parassiti.
Le pulci adulte, le larve e le uova si trovano facilmente sotto i tappeti, moquette, divani e giacigli dei nostri animali domestici.
Nell'ambiente esterno sono presenti nelle zone caldo umide come ad esempio aiuole, cespugli o cucce dei cani.
Le pulci adulte si accoppiano sui cani e producono delle uova che cadono nell'ambiente.
Le uova schiudono e liberano le larve che vivono bene all'interno delle case dove la temperatura si mantiene costante durante tutto l'anno.
Ogni adulto di pulce produce durante la sua vita migliaia di uova.

E quindi noi cosa possiamo fare?

Una lotta efficace consiste nell'uccidere le pulci adulte, le larve ed eliminare le uova.
Questo è possibile utilizzando un antiparassitario che uccide sia le forme adulte che larvali, inoltre è necessario eseguire una profonda pulizia dell'ambiente con un’aspirapolvere, buttando via subito dopo il sacchetto o con un elettrodomestico che produce vapore ad alte
temperature.
Quindi se ho capito bene devo agire sul parassita presente sul cane, ma anche quelli presenti nell'ambiente?
Si questa è la soluzione più efficace.
La quantità di uova e larve presenti nell'ambiente è decisamente superiore agli adulti presenti sul cane.
Ecco quindi che una prevenzione efficace deve essere svolta sia sull'animale e sull'ambiente.

Ci sono ulteriori accortezze?

Evitare lavaggi frequenti e non specifici per cani e gatti che potrebbero alterare il pH cutaneo e ridurre lo strato di sebo protettivo.

Quindi ribadiamo, la prevenzione e la cura, per essere efficaci devono considerare il trattamento del cane e dell'ambiente.

Cosa devo fare se il mio cane viene colpito dalle zecche?

Come abbiamo già visto, parlando di pulci assieme a queste sono una delle più frequenti ectoparassitosi (parassiti che colpiscono la cute).

Come faccio a riconosce le zecche?

Le zecche hanno dimensioni che vanno da circa un millimetro fino anche ad un centimetro, a seconda delle specie, dello stadio di sviluppo e di quanto sangue hanno
succhiato.
Una curiosità: dopo il pasto la zecca può aumentare fino a 100 volte il suo peso!
Hanno un apparato boccale con il quale si attaccano saldamente alla cute dell'animale e quindi la parte maggiormente visibile è l'addome che presenta una forma rotondeggiante, dotata di zampe.

Come si spostano e si attaccano al cane e al gatto?

Le zecche non saltano, non volano e sono piuttosto lente nei movimenti, si appostano sulle estremità di una pianta, su un mucchietto di legna pronte ad attendere il passaggio della loro preda per poi aggrapparsi alla cute con un morso.
La puntura non provoca dolore nell'animale, la saliva contiene sostanze anestetiche.

Quanto rimango sull'ospite?

Generalmente rimangono dai 2 ai 7 giorni, per poi lasciarsi cadere e ricominciare il ciclo vitale e riproduttivo tra il pelo di un altro mammifero.

Qual'è l'ambiente ideale per le zecche?

Le zecche vivono tra l'erba, in zone umide, ma anche nascoste tra il legname, in primavera sono particolarmente attive ed è quindi particolarmente importante intervenire in questo periodo.

Quali sono le zone del cane più colpite?

Dopo una passeggiata con il cane, le zone del corpo le zone da controllare con particolare attenzione sono: inguine, ascelle, testa e torace.

Le zecche trasmettono malattie?

Durante il pasto le zecche possono trasmettere alcuni microorganismi responsabili di malattie quali ad esempio rickttsiosi, borreliosi ed ehrlichiosi.

Come possiamo fare prevenzione?

La prevenzione si fa sull'animale utilizzando antiparassitari.
Molto importante è anche fare prevenzione sull'ambiente cercando ad esempio di mantenere l'erba del prato bassa, non permettere al cane di giocare vicino a delle cataste di
legna.
All'interno della casa, le zone dove più frequentemente possono annidarsi le zecche sono
tappeti, coperte o cucce dei nostri amici.

In che periodo dell'anno si fa prevenzione sul cane?

Le zecche sono particolarmente attive quando le temperature ambientali sono alte, le variazioni climatiche hanno allungato il periodo dell'anno in cui le zecche possono agire e all'interno delle case la temperatura non scende particolarmente.
Tutte queste condizioni riducono notevolmente il periodo in cui i nostri cani NON devono essere protetti con antiparassitari.
Parlatene con il vostro veterinario che vi consiglierà la soluzione migliore!