13 Gennaio 2020

Blog thumbnail

Insufficienza renale nel gatto: come prevenire

Dottore il mio gatto sta bene: mangia, beve e gioca. Perché dovrei fare gli esami delle urine?

Questa è una domanda lecita, che sento spesso quando consiglio un esame delle urine per un paziente che è sano e non presenta sintomi.

Per rispondere vorrei riportare 3 dati molto importanti che ci fanno capire perché gli esami delle urine eseguiti almeno una volta l’anno possono essere molto importanti per la salute del nostro amico a quattro zampe.

La prima causa di morte per i gatti dopo i 5 anni di età è l’insufficienza renale cronica.

Più del 30% dei gatti che hanno un età superiore ai 10 anni si stima siano affetti da insufficienza renale.

Quando i gatti manifestano i sintomi dell’insufficienza renale il 75% delle loro funzioni renali sono compromesse.

Questi dati sono più che sufficienti a farci capire che questa patologia è molto pericolosa per i nostri piccoli amici.

Prevenzione

Il modo più efficace per combattere l’insufficienza renale è attraverso la prevenzione, individuando il problema ancora prima che il nostro animale presenti i primi sintomi.

Infatti, più tardi si la si tratta e più risulta difficile migliorare le condizioni dei nostri amici.

Se poi si aspetta che la patologia inizi ad avere effetto, si rischia di compromettere gran parte della funzionalità dei reni.

Per questo è importante individuare questa patologia nelle prime fasi, quando la funzionalità dei reni è quasi completa e le capacità di recupero sono decisamente superiori.

Cosa si può fare se si diagnostica l’insufficienza renale in tempo?

Nelle prime fasi della patologia l’utilizzo di un’alimentazione adeguata determina un aumento della sopravvivenza degli animali stessi di circa 2,4 volte.

Se si interviene prima che il cane inizi a stare male, un cambio di alimentazione è più che sufficiente ad ottenere dei grossi risultati, senza alcuna controindicazione.

Quando il cane inizia a stare male, invece, cambiare alimentazione, oltre ad essere meno efficace, è anche molto più difficile perchè uno dei primi sintomi dell’insufficienza renale è proprio la mancanza di appetito.

Quindi?

È importante eseguire l’esame delle urine al tuo gatto almeno una volta l’anno, magari in concomitanza con la vaccinazione.

L’esame delle urine, infatti, ci permette di identificare l’insufficienza renale nelle fasi iniziali, anche quando il tuo amico a quattro zampe sembra stare bene.

In cosa consiste l’esame delle urine? Clicca qui per scoprire il nostro articolo dedicato

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Rating*