28 Dicembre 2019

Blog thumbnail

Margherita racconta la sua alternanza…

Finalmente anche io, come tanti altri miei colleghi, ho trascorso una settimana alla clinica veterinaria Animal Care di Martignacco, l’ultima settimana di scuola di questo anno scolastico prima delle vacanze natalizie.

Credo sia stata la settimana più interessante, istruttiva e affascinante della mia vita sia dal punto di vista scolastico che lavorativo.

Innanzitutto c’è da dire che non vedevo l’ora di iniziare questa esperienza, la quale all’inizio un po’ mi spaventava perché non sapevo cosa aspettarmi, ma poi si è rivelata un’ indimenticabile avventura.

Il primo giorno, infatti, ero in fremito perché pensare di passare una settimana in un ambiente di lavoro e quindi non essere più la classica studentessa ma una “lavoratrice” era incredibile per me.

Devo dire che il primo giorno, sia perchè mi sentivo un’ intrusa nello staff e sia per il mio timore di iniziare con il piede sbagliato, ho fatto piuttosto fatica ad inserirmi nell’ ambiente.

Avevo paura di entrare nelle varie sale (quelle da visita, la sala ecografica e quella radiografica) perchè oltre che disturbare le visite avevo timore di essere un peso per i vari veterinari che svolgevano il loro lavoro.

Ma questa mia preoccupazione l’ho subito superata nel pomeriggio dove ero piuttosto spronata ad entrare in qualsiasi stanza visto il mio crescente interesse, anche perchè dovevo e volevo approfittare di questa occasione sin dal primo secondo.

È normale che all’ inizio fossi molto titubante; si è sempre in questo stato d’animo la prima volta che si affrontano delle novità così significative.

Dal secondo giorno, però, sono completamente cambiata e giorno per giorno sono rimasta sempre più colpita e stupefatta da ciò che ho visto.

Forse un po’ spinta dalla mia passione di fare la chirurga da grande, mi sono completamente piazzata nella sala operatoria e ho passato praticamente quasi ogni giorno ad osservare ad occhi ben aperti i vari interventi.

Devo aggiungere che come stagista ho avuto un’ enorme fortuna per quello a cui ho assistito: dalle sterilizzazioni di cani e gatti, a ben due ortopedie e per concludere in bellezza ben due parti cesarei.

Grazie ai parti sono uscita dalla settimana con un’ idea, quasi una convinzione, del lavoro che vorrò fare da grande, anche perché lo scopo dell’alternanza era un orientamento lavorativo del futuro di noi studenti, cosa che ci avevano ben spiegato Paolo e Adriano quando erano venuti al Copernico a presentarci l’attività.

Degli interventi non mi ha colpito solo l’ operazione in se, ma anche la preparazione pre-intervento (l’ accurato lavaggio delle mani e la maniera con cui i chirurghi e assistenti si vestivano per rimanere totalmente sterili).

Altra cosa di cui sono rimasta sorpresa è il fatto di non essere mai svenuta, senza neanche avere un malore quando assistivo alle operazioni; avevo, infatti, quasi la certezza di svenire dato che mi era già successo più volte quando vedevo del sangue.

Voglio anche soffermarmi sull’ospitalità: tutto lo staff, segretarie, assistenti e veterinari, erano sempre pronti a rispondere approfonditamente a qualsiasi tipo di domanda e alcuni mi spiegavano determinate cose senza nemmeno che chiedessi.

Inoltre, sono rimasta stupefatta dal comportamento dello staff rivolto ai vari padroni degli animali in quanto a umanità, comprensione e supporto morale, quasi un rapporto di amicizia.

C’è un motivo se uscita dallo studio per l’ultima volta mi sono emozionata fino alle lacrime.

Di fatti ormai mi ero troppo affezionata, non volevo lasciare la struttura e sicuramente mi sarebbe piaciuto fare ancora un’ altra settimana con loro.

Ribadisco che è stata una grandissima, nel vero senso della parola, esperienza; per questo ringrazio la mia scuola che mi ha offerto questa occasione unica, ma soprattutto ringrazio Adriano, Paolo e tutto lo staff della clinica per essere stati gentili, ospitabili e anche pazienti.

Come studentessa del Copernico consiglio vivamente a tutti i miei colleghi di svolgere questa attività di alternanza scuola lavoro perchè oltre ad essere istruttiva, utile e indimenticabile, è una vera e propria opportunità e sottolineo unica e imperdibile.

Clicca qui per scoprire l’esperienza di Eleonora, un’altra bravissima studentessa venuta in alternanza da noi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Rating*